Home > Calcio, SCI - Discesa libera > 2 cure semplici-semplici

2 cure semplici-semplici


C’è bisogno di 2 cure perché ci sono 2 malati. Il primo è la Coppa Italia di calcio, il secondo, ben più grave è la Discesa libera di sci. Due manifestazioni in piena crisi che negli ultimi anni hanno dissipato la quasi totalità del loro fascino.

.

.

.

COPPA ITALIA

Nel primo caso, gli ottavi di finale non hanno trovato copertura televisiva. Quasi tutti gli incontri non sono stati trasmessi, oltre che in chiaro, nemmeno sui canali digitali. Attenzione perché non si trattava di turni preliminari di fine agosto per squadre di seconda o terza divisione, si parlava di ottavi di finale di Coppa Italia! Andate a vedere in Spagna se non trasmettono l’equivalente Coppa del Re! Andate oltremanica a vedere se non danno la diretta dell’FA Cup o della Curling Cup! Loro ne hanno addirittura 2 di coppe nazionali…

Be’, la colpa non è delle televisioni. Non interessa nessuno vedere scontri di cartello quali la “classicissima” Milan-Novara. Anche se il match sulla carta sarebbe anche più interessante come un Palermo-Napoli, potenzialmente una bella partita, poco cambia. Stadi deserti, spettacoli desolanti in quanto gli stessi uomini in campo mancano di motivazione. In altre parole, inutile nasconderlo, della Coppa Italia non gliene frega niente a nessuno, è un peso per tutti. Troppo schiacciata tra campionato, turni infrasettimanali, Europa ma soprattutto Champions League.

Il calcio non è malato, senza Coppa Italia andrebbe avanti comunque benissimo come e più di prima catalizzando su di sé tutti i media, gli sponsor, i soldi. Chi ce lo fa fare? Perché continuiamo a giocare anche la nostra coppetta?

Da una parte perché dietro c’è una storia importante lunga 80 edizioni, ingiusto cancellarla. Dall’altra, più concretamente, perché ce lo impone la logica Uefa. Non possiamo intraprendere un percorso nostro senza che gli altri paesi ci seguano… e tranquilli che non ci seguirebbe nessuno…

La Coppa Italia non è appetibile ma c’è qualcosa di incredibilmente appetibile per qualsiasi club, quindi, la cura sarebbe semplice: chi vince la Coppa Italia va in Champions. Fine.

DISCESA LIBERA DI SCI

Il secondo caso è ben più grave. Basti pensare che la classica e prestigiosissima discesa libera di Wengen non è stata trasmessa in chiaro su nessuna delle 3 reti Rai a disposizione. I vertici di Viale Mazzini a palinsesto le hanno preferito “Occhio alla spesa”, “Mezzogiorno in famiglia” e “TGR Italia agricoltura”.

La federazione sta combinando disastri su disastri e sembra aver completamente perso la bussola. Ecco in rapida successione la collezione di capolavori messa insieme:

Ad inizio stagione vanno a correre a Lake Louise località che, fino a pochi anni fa e con tutto il rispetto, ospitata gare femminili su un tracciato neanche per il gentil sesso troppo impegnativo. Per fargli posto dal calendario s’è pensato bene di far uscire dal calendario la Vert di Chamonix, pista con tutt’altro fascino e tradizione.

Dal Canada si scende negli States in quel di Beaver Creek, pista buona, si dice. Si dice perché chi l’ha mai vista? Dal 2001, anno in cui fu introdotta prima delle olimpiadi di Salt Lake City dell’anno successivo, fino ad oggi non è mai stata trasmessa.

Tornando in Europa resiste il consueto appuntamento in Val d’Isere. Peccato che sulla splendida Bellevarde, pista olimpica di Albertville 92, non ci fanno più la discesa, gli affibbiano un superG.

Si arriva sulla poi su ciò che rimane della Saslong di Val Gardena, dal 1969 sempre caratterizzata dal doppio dente ravvicinato ribattezzato le “Gobbe del cammello”. Da sempre tranne che per gli ultimi anni perché le gobbe sono diventate una sola, sulla prima non si salta più così come in almeno altri tre punti del percorso.

Si chiude l’anno solare, come da tradizione, sulla Stelvio di Bormio. Qui Pirmin Zurbriggen divenne campione del mondo a soli 15 giorni dall’operazione al menisco, anno 1985. In pochi anni si è passati da velocità di 130-140 km/h a 100-110 km/h a causa di tracciature assurde. È chiaro che se perdi 30 km/h lo spettacolo se ne va con loro. Ciao! Intendiamoci, anche il canalino Sartorelli è diventato una specie di gimkana!

Si riapre l’anno con le 2 classiche per eccellenza. Wengen, trofeo dell’Lauberhorn, prima edizione nel 1930, un patrimonio violentato oltre che dalle tracciature, addirittura dalle ruspe che hanno fisicamente allargato la “Kernen S” prima del ponte sotto la ferrovia e spianato addolcendolo il muro finale. Blasfemia!

Per fortuna si giunge a Kitzbuhel. È ancora sufficiente una Streif disegnata da 4 come quest’anno, senza salto finale e Steilhang facilitata, per avere comunque una discesa vera, da 8! Un pizzico di esaltazione in più quest’anno grazie al nostro Heel, a podio nel tempio dello sci. Speriamo in una medaglia olimpica, basta una discesa seria sotto gli sci e il ragazzo ce la può fare.

Anche qui la cura sarebbe semplice: abolire il SuperG. C’è anche un solo appassionato di SuperG? Lo sci alpino è Slalom, Gigante e Discesa. Maledetto il giorno che hanno inventato ‘sta storpiatura di 6-7 SuperG all’anno. Levateli e ridateci le discese che avete tolto e regalatecene di nuove, possibilmente serie!

  1. settembre 11, 2014 alle 7:20 am

    Nothing looks worse than misspelled words, awkward wording, or grammatical mistakes when you are trying to make your blog look professional.
    If you apply this advice, your blog will be very successful
    in time. Adsense is the google program that pays you when someone clicks on the
    little ads that has been placed on your web site using the adsense cord provided by Google.

  2. agosto 8, 2013 alle 1:24 am

    Good day! I could have sworn I’ve visited this web site before but after going through a few of the articles I realized it’s new to me.
    Nonetheless, I’m certainly pleased I came across it and I’ll be book-marking it and checking back regularly!

  3. hot
    luglio 25, 2013 alle 8:23 am

    You will also be visiting the Sheikh’s palace, the Jumeira Mosque, old/ traditional Bastakiya, the Al Fahidi Fort as well as flight tickets. With a good travel websites provide both domestic and foreign travelers an unmatched online hotel reservation experience.

  4. giugno 7, 2013 alle 6:36 pm

    You’ve made some good points there. I checked on the web for more info about the issue and found most individuals will go along with your views on this website.

  5. marzo 4, 2013 alle 2:51 am

    It is perfect time to make some plans for the future and it is time to be happy.

    I’ve read this post and if I could I desire to suggest you few interesting things or tips. Perhaps you can write next articles referring to this article. I desire to read more things about it!

  6. gennaio 23, 2013 alle 7:30 pm

    Thanks a bunch for sharing this with all folks you actually understand what you’re talking about! Bookmarked. Kindly additionally consult with my site =). We will have a link trade agreement among us

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: