Home > F1 > Il cane bastonato

Il cane bastonato


O povero Schumy, gli si ritorcono tutti contro!  

Un coro unanime, un disgusto generalizzato per la manovra di difesa effettuata ai danni dell’ex compagno ai tempi della Rossa, Rubens Barrichello.

Addirittura la fedelissima Bild si vergogna per lui, precisando che si trattava di una modesta 10° posizione, di un miserabile singolo punticino.

.

Si vuole inquadrare il rientro del Kaiser come un qualcosa di patetico quando, in realtà, si tratta di una sfida titanica. Una sfida, esatto, e questo è quello che entusiasma gli appassionati.

Michael era già fuori dai giochi, era già tagliato fuori dal mondiale e la gara si stava esaurendo senza che potesse puntare alla vittoria, al podio o altro. Poteva solo difendere con gli artigli la posizione, seppur modesta, e portare casa quel punticino, seppur miserabile. Ed è quello che ha fatto.

Dov’è lo scandalo? Cosa si pretende? Di poter additare un epta campione del mondo come bollito e, allo stesso tempo, rimproverargli il carisma dei giorni migliori? Negativo!

Domenica uscito dalla curva, ha subito puntato sull’interno e non ha fatto ulteriori cambi di traiettoria, è Barrichello a essersi incaponito a passare sulla DX con tutta la SX a disposizione. Questo, ovviamente, non vuol dire che dovesse essere spiaccicato contro il muro, chiaro. Per intenderci è stata molto peggio la manovra fatta a Massa in Canada, dove aveva preso l’interno e, a pochi metri dalla staccata, allargato “buttando fuori” il ferrarista il quale, ingenuamente, si era andato a piazzare là. Ad avvallare la veridicità del raffronto, gli esiti: Barrichello è passato, Massa è finito nella via di fuga. Eppure, grande rispetto a Montreal, grande sdegno a Budapest. Boh.

.

.

Torniamo a Spa 2000, il giro precedente al mega sorpasso di Hakkinhen con Zonta fra i piedi, Schumacher lo aveva chiuso sull’erba nello stesso punto a circa 340 km/h! Nessuna polemica di Mika a fine gara, anzi, si lasciò andare a qualche sfottò nei confronti di un Michael molto attapirato.

Ecco, se Rubens non avesse recitato come al solito la parte del cane bastonato e si fosse gloriato del gran sorpasso effettuato, avremmo preferito. Che ci ricordasse che Schumacher è un pilota al limite della correttezza lo sapevamo già. Che trovi dunque qualcosa di meglio per sfogare la sua frustrazione.

Ci siamo dimenticati di come Michael ha vinto il suo primo mondiale ad Adelaide? Di come l’ha perso a Jerez? 2 esempi solo per citare la sporcizia quella uncia, quella di quest’anno è una ditata di polvere.

Il comportamento di Michael è lo stesso da sempre. Non si può crocifiggerlo oggi, anche se in difficoltà, quando è stato osannato per tutta una carriera, anche quando andava in carrozza.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: