Home > F1 > Chi vince e chi perde – Belgio

Chi vince e chi perde – Belgio


Se era Spa il teatro degno di dare sentenze, beh, per Alonso e Ferrari è Il giorno della disfatta mentre brillano più che mai le stelle di Hamilton e Kubica.

Continua l’erosione nervosa di Webber ai danni di un Vettel confusionario che, ormai completamente nel pallone, toglie dalla lotta per il mondiale se stesso e l’incolpevole Button.

Rosberg addomestica Schumacher anche nel suo terreno più congeniale sulle Ardenne.

.

Serie A:

Alonso vs Massa = 0-1

Sbagliato l’azzardo dell’assetto da bagnato. Sono scelte che deve fare chi non ha nulla da perdere, non certo chi è in lotta per il mondiale. Alonso aveva moltissimo da perdere, specie con gli altri 4 contendenti, giustamente, erano tutti su assetto da asciutto. Da lì 40 giri ad aspettare una pioggia che non arriva per poi andare a muro solo pochi metri dopo, questa è grave. Massa è insipido, specie nel finale. L’idea di agguantare un possibilissimo podio non lo sfiora neanche, lascia 2 doppiati tra sé e Kubica all’ultimo restart.

Hamilton vs Button = 2-1

Capolavoro di Hamilton, paradossalmente quasi scontato. Quando le condizioni si complicano lui emerge sempre. Rischia tanto, lui sì, non troppo. Button viene buttato fuori dal mondiale incolpevolmente, proprio quando stava conducendo una gara di valore assoluto seppur con un’ala danneggiata.

Vettel vs Webber = 0-2

Vettel è ingiustificabile, rovina gara sua e quella altrui. Ogni qualvolta la situazione si scalda si scioglie come neve al sole. Giusto provarci, per carità, ma quando dal caso isolato si passa alla statistica vuol dire che c’è un’attitudine ad andare oltre. Presunzione cui si contrappone l’umiltà di Webber che è di un concreto da far schifo, anche a fronte di una partenza disastrosa.

Schumacher vs Rosberg = 2-2

Loro sì, senza speranze di risultato grosso, per di più penalizzati in griglia, dovevano provare l’azzardo. Brawn li mette entrambi su assetto da bagnato. Se la pioggia fosse arrivata prima o fosse stata più intensa saremmo qui a parlare di un risultato epico. Così non è, grande gara comunque. Grande sorpasso di Schumacher prima, grande risposta di Rosberg poi, bello.

Serie B:

Sutil vs Liuzzi = 2-0

Liuzzi si rende protagonista di bei duelli in cui sfrutta la mostruosa velocità sul dritto della Force India. La realtà è che è tritato dalla prestazione superba del compagno, quasi in grado di insidiare perfino Massa.

Kubica vs Petrov = 3-0

Grande colpo della Renault vanificato in maniera indecorosa da Petrov in qualifica. Roba da licenziamento immediato, come cancellare la buona prestazione di Budapest in un lampo, non certo di genio però. Viceversa Kubica sfrutta al meglio la monoposto aggiornata. D’accordo, sbaglia l’ultimo pit ma sul podio ci rimane, ed è grandissimo risultato.

Barrichello vs Hulkenberg = 0-0

300 Gp e non sentirli, tutti riescono a passare indenni alla trappola del Bus-Stop tranne lui, il più esperto, fuori già al primo giro, raccapricciante. Hulkenberg dalla zona punti viene inspiegabilmente risucchiato indietro, peggio di lui solo Vettel e i nuovi team… povero Frank…

Buemi vs Alguersusari = 0-1

Danneggiati dalla mossa sbagliata delle intermedie al primo giro, una macchina in preoccupante stagnazione e tutte le attenuanti del caso. Il fatto è che Buemi rimane nell’anonimato, Alguersuari almeno ci prova, ahimè, sbagliando come Suo solito.

Kobayashi vs De La Rosa = 1-0

Sbagliano entrambi la qualifica, De La Rosa pure la gara a causa di 2 uscite, l’ultima delle quali a Stavelot determinante ai fini del risultato. Bene Kobayashi che a dispetto della minor esperienza rispetto al compagno recupera fino ad un buon 8° posto. Il fatto è che questa macchina meriterebbe ben altri piloti.

Serie C:

Trulli vs Kovalainen = 0-1

Entrambi, complice un po’ di fortuna portano per la prima volta le Lotus in Q2. Trulli, tra l’altro, speronando l’amico Di Grassi. In gara il pesarese non regge purtroppo il ritmo di Kovalainen, e non è la prima volta.

Glock vs Di Grassi = 1-1

Entrambe le Virgin al traguardo con Di grassi davanti a Glock. Sarebbe una novità se non fosse che il risultato è dettato dalla scommessa del tedesco di provare le gomme full-wet nel finale andate, causa acquazzone mancato, disintegrandosi in pochi metri.

Senna vs Yamamoto = 0-1

Attenzione per il giapponese becca soli 3 decimi sul giro secco nei lunghi 7 km di saliscendi delle Ardenne, e già non è male. Poi in gara lui finisce e Senna no, quindi, benino.

  1. agosto 31, 2010 alle 10:00 am

    Ciao Anto,
    A Massa gli darei zero, gli do 1 solo perchè Alonso ha fatto ancora peggio…
    La cosa che mi fa incazzare è l’ultimo restart. A me risultava che i doppiati si potessero sdoppiare e che, quindi, Massa potesse stare a ridosso di Kubica ed evnetulamente attaccarlo. Invece non gli è nenache passato per la testa, appagato da un 4° posto con un podio lì alla portata, dico, si può!?
    Dal momento che nessuno ha sollevato questa considerazione, spero viviamente che il regolamento non sia effettivamente così come ricordo…

  2. agosto 30, 2010 alle 12:50 pm

    Secondo me ci stava un 2-0 Massa-Alonso (perchè Massa gli è stato davanti anche in qualifica) e un 3-1 Hamilton-Button (per lo stesso motivo, in più Hamilton in gara stava andando molto più forte di Button, che in qual momento stava facendo da tappo a Vettel, Kubica e Webber).

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: