Home > F1 > Gli incresciosi fatti di Hockenheim

Gli incresciosi fatti di Hockenheim


Ho già espresso il mio disgusto per quanto messo in scena dalla Ferrari tutta, tanto al muretto quanto negli abitacoli. Ora che è giunto il verdetto della FIA cui la Ferrari non farà appello il capitolo è finalmente chiuso, non se ne sentirà certo la mancanza. Evitiamo quindi di ricamarci su con facile propaganda, atteniamoci ai fatti, agli incresciosi fatti di Hockenheim, eccoli:

.

..

Quanto riportato negli atti del verdetto FIA fa riferimento alle comunicazioni avvenute a partire dal giro 19:

“Referring to the record of radio communications, on lap 19 Mr Fernando Alonso put pressure on his engineer saying “Guys, I am a lot quicker”, and the engineer said in reply: “got that, and we are on the case, don’t worry”; “

Il giro successivo Alonso, complice una situazione di doppiaggio, tenta un attacco affiancando Massa il quale risponde sbattendogli la porta in faccia. L’episodio non va giù allo spagnolo che via radio esprime tutto il suo disappunto con quel “it’s ridicoulus” di cui, tuttavia, non si fa nemmeno menzione.

Improvvisamente il ritmo dello spagnolo si alza di circa 6-7 decimi al giro, brevemente accumula un distacco che giunge fino a 4-5 secondi. Poche tornate più tardi i suoi tempi scendono di quasi un secondo, 3-4 decimi meglio del leader sul quale riaccorcia sensibilmente.

Curioso, a meno che non si contempli la più ovvia delle ipotesi:

Fernando, non riuscendo a passare Felipe, quanto meno non riuscendo a passarlo senza correre inutili rischi, decide di rallentare volutamente salvo poi recuperare con tempi sul giro fuori dalla portata dell’altro ferrarista. Questo con l’unico scopo di dimostrare la sua maggiore velocità e forzare ulteriormente il famigerato ordine di scuderia.

Ciò è testimoniato dalle concitate comunicazioni che seguono tra Massa e Smedley:

“and on lap 28 Mr Felipe Massa’s engineer said: “You must keep the lead, you must keep that gap to him, you know the score, come on”.

Come noto, le pressioni subite dal muretto daranno poi i loro effetti. Quel che è meno noto è che ciò accadrà solo al 5° tentativo, Massa ignorerà gli ordini per 4 volte nei 4 giri precedenti al fatidico giro 49.

There then eventually followed from lap 44 to lap 49 the repeating four times of the message “Fernando is faster than you” ending of lap 49 “Fernando is faster than you, confirm you understood the message?” and Mr Felipe Massa then slowed and allowed Mr Fernando Alonso to pass.”

Le radici del poco dignitoso teatrino andato in mondovisione stanno dunque qui, nel fatto che Massa fosse restio nell’eseguire l’ordine, per questo ha alzato il piede platealmente, senza fare nulla per nasconderlo.

Nell’imminenza del sorpasso imposto in casa Ferrari regnava infatti il panico più assoluto:

“Indeed, a few laps prior to the contentious overtaking, Ferrari’s driver reduced their engine speed at the request of their respective race engineers. Then Mr Fernando Alonso increased his engine speed without Mr Felipe Massa being informed. Mr Fernando Alonso was therefore benefiting from a definite performance advantage over Mr Felipe Massa in the moments preceding the contentious overtaking”

Il box impone a entrambi di ridurre il numero giri motore ma è Alonso che autonomamente viene meno alle imposizioni. Egli vuole andare all’attacco di Massa, porre fine alla situazione di stallo venutasi a creare per via dell’impotenza del muretto.

Non esistono comunicazioni radio relative a ciò, sono dati della telemetria analizzati successivamente, ovvio che Massa non ne fosse informato. Ovvio anche che, se avesse effettivamente voluto difendere la posizione, quei giri motore non se li sarebbe tenuto nel cassetto.

Si parla poi di pochi giri prima  del 49°, a quel punto i valori in campo erano già stati abbondantemente espressi, indipendentemente dai giri motore i quali, tra l’altro, non costituiscono certo il motivo della riuscita del sorpasso…

Non è la Ferrari ad aver preso in giro Massa, è il contrario, è tutto nero su bianco. Il comportamento di Felipe è costato 100000$ subito, quanto dopo lo diranno i 5 GP ancora restanti.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: