Home > F1 > Nella testa di Frank?

Nella testa di Frank?


C’è un altro retroscena passato ai più inosservato che emerge dagli atti del verdetto FIA ai danni della Ferrari e dei suoi giochi di squadra perpetrati in terra tedesca, eccolo:

“Reference was also made to letters of support from Mr Frank Williams and Mr Peter Sauber, who both pointed out of the risk of collision of team mates, that this was a team sport, and the rules needed revising”

..

Esatto, in difesa di Domenicali & Co sono accorsi Peter Sauber e Frank Williams con tanto di missive controfirmate che la difesa Rossa ha puntualmente esibito in sede giudicante.

Ora, che Peter Sauber si schieri con Maranello è facilmente comprensibile. Lo svizzero è tuttora in sostanza privo di sponsor, il minimo che possa fare per tutelare i propri interessi è il preservare la preziosa fornitura motori che, guarda a caso, giunge proprio da Maranello.

Che lo faccia Frank Williams è molto più ambiguo.

Non più tardi di un anno fa nella guerra scoppiata tra la FOTA, guidata da Montezemolo, e la FIA, allora guidata da Mosley, la Williams fu il primo team “ribelle” a rompere il Patto della Concordia.

Il motivo? Semplice, interesse. Troppo importante il monopolio nella fornitura dei telai per l’intera categoria F2 riesumata giusto nel 2009. 27 nel 2009 e 25 nel 2010 le monoposto messe in pista dalla categoria, tutte prodotte a Grove, quartier generale Williams la quale, è bene ricordarlo, non è o non era un “costruttore”.

Storicamente poi, Williams e Head sono l’antitesi della politica di squadra, hanno sempre lasciato i propri alfieri liberi di giocarsela e, talvolta, autoeliminarsi a vicenda in favore di terzi incomodi.

Insomma, Frank, recordman di mondiali persi, anzi peggio, regalati alla concorrenza sarebbe dunque anche autolesionista? Proprio lui predicherebbe l’esatto contrario di quanto esibito in giro per il mondo dai primissimi anni 80 sino a oggi? Proprio lui, rivale storico della Ferrari, si prenderebbe la briga di impugnare carta e penna in sua difesa?

Mmm, attenzione…

Nello spazio di poche ore è trapelata la notizia di un Sam Michael, direttore motori, insoddisfatto della partnership con Cosworth cui hanno fatto eco le notizie di un interessamento ai Renault.

Si riformerebbe così un’accoppiata magica che ha fatto storia sbancando tutto negli anni 90… e se, invece, fosse quella di un nuovo binomio Williams-Ferrari quella che frulla nella testa di Frank?

Aldilà del fatto che quello francese non sembra ora il motore più potente del lotto, vorrebbe dire equipararsi alla scuderia Renault stessa e alla Red Bull. Diretta concorrente la prima, monoposto all’avanguardia la seconda, cosa ben nota specie in Williams dove Newey è cresciuto. Inimmaginabile soffiare la fornitura a quest’ultima che non avrà mai possibilità di acquisire né i V8 di Maranello né quelli di Stoccarda, uniche valide alternative. Si tratterebbe dunque di convincere il costruttore francese a una 3° e problematica fornitura.

3° fornitura che Mercedes, dopo team interno e McLaren, ha già confermato per la Force India anche per il 2011.

3° fornitura che in Ferrari non sembra più quella riservata a Sauber bensì quella della Toro Rosso… e qui sta la crepa dove una vecchia volpe potrebbe insinuarsi…

Nell’arco della stagione la squadra elvetica è andata nettamente in crescendo, specie rispetto a quella italiana che, eccezion fatta per le solite Lotus-Virgin-HRT, sembra divenuta la cenerentola dello schieramento.

C’è di base l’anomalia che vede la squadra Ascanelli & Co di proprietà della Red Bull. A Parigi una lettera a tutela di Maranello proveniente dalla vicina Faenza non c’era per ovvio conflitto d’interesse. Vista l’ascesa della casa madre pare ormai un dono gratuito, fuori luogo, se non addirittura stupido, quello di regalarle i dati del proprio motore.

Al museo Williams una Ferrari c’è già, è la “papera” di John Barnard che Frank volle in cambio per lasciar libero Alesi, chissà che la presenza del Cavallino non s’infoltisca…

  1. luglio 30, 2013 alle 6:04 pm

    wonderful issues altogether, you just won a new reader.
    What would you recommend about your submit that you simply made some days in the
    past? Any positive?

  2. Christian
    aprile 30, 2012 alle 6:33 pm

    Che articolo merdoso

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: