Archivio

Posts Tagged ‘ford’

Intervista a Stefano Rumi – parte 1 di 2

giugno 20, 2012 1 commento

C’è un team su tutti che ha veramente rischiato di diventare grande. La Fondmetal è, infatti, l’incompiuta per eccellenza del nostro automobilismo… perchè, talvolta, il fato è più forte delle intuizioni.

Sotto la guida di un “duro e puro” quale Gabriele Rumi, da piccola azienda di ruote, trasforma il proprio marchio in internazionale, vince titoli mondiali e, persino, si butta in prima persona nella massima serie. La gestione è innovativa e, per certi versi, precursore dei tempi avvenire, da Palosco (BG) hanno pensato a ogni cosa, solo che Newey, nel frattempo, ha in mente di rovinare tutto con le sospensioni attive…

Il ricordo di quell’avventura nelle parole di Stefano Rumi (figlio di Gabriele) e Gianfranco Palazzoli (suo team manager):

.

Leggi tutto…

Webber non basta

settembre 8, 2010 7 commenti

Sono un estimatore di Mark Webber, trattasi di un gran pilota che in carriera non ha sin qui raccolto quanto avrebbe meritato. Ha quest’anno già vinto 4 gare, come nessun altro, però non è la versione 2010 quella del miglior Webber, quella che ci vorrebbe per un chi è giunto alla sua ultima chance.

.

.

. Leggi tutto…

Sir Frank Williams

luglio 16, 2010 Lascia un commento

Frank Williams approdò in F1 nel lontano 1976 ed ebbe fin da subito vita dura, soppiantato dal Suo primo socio, tale Walter Wolf. Ripartì da zero l’anno successivo con un nuovo scudiero, tale Patrick Head, formando un binomio destinato ad entrare nel gotha di questo sport.

.

.

.

Leggi tutto…

Intervista a Mauro Forghieri

aprile 10, 2010 11 commenti

A 26 anni un neolaureato viene chiamato a dirigere il reparto tecnico della Ferrari a seguito del licenziamento improvviso di quasi tutto lo staff precedente. Assurdo? Forse, però Enzo Ferrari ha sempre avuto un certo fiuto per il talento ed, infatti, quella sarebbe diventata una delle sue più grandi scommesse vinte. Le auto geniali dell’ingegner Mauro Forghieri gli frutteranno i titoli mondiali di Surtees, Lauda e Scheckter e quelli sahimè solo sfiorati di Amon, Icks, Regazzoni, Villeneuve ed Alboreto.

Tutti nomi “pesanti” cui si affiancano quelli di Lamborghini, Bugatti, BMW venuti poi e un non meglio precisato progetto motoGP. Con l’ingegnere si entra nel gotha dei motori. Anche da questa intervista “Furia”, come venne ribattezzato già a Modena ai tempi dell’università, non pecca di personalità. Ha sempre tenuto testa a chiunque, Drake compreso, gli sono quindi estremamente grato di aver dedicato qualche minuto anche a me.

.

Leggi tutto…