Archivio

Posts Tagged ‘piquet’

Un remake non vale l’originale

ottobre 25, 2010 5 commenti

Alla vigilia del GP di Corea, Bernie Ecclestone ha voluto rispolverare uno dei momenti più belli dell’intera storia della F1, quel finale di stagione 1986 in cui 4 assi, tutti ancora in lizza per il titolo, posarono insieme per una foto entrata negli annali, il suggello di quella che fu un’epoca straordinaria di questo sport.

.

.

. Leggi tutto…

Annunci

L’enigma Kobayashi

ottobre 15, 2010 20 commenti

Ben poco, in termini di spettacolo, quanto offerto dalla pista di Suzuka. Una gara priva di colpi di scena su un tracciato che, pur fantastico, non permette alcun tipo di sorpasso. La modifica della celebre 130R e dell’altrettanto celebre successiva Triangle chicane ha, di fatto, precluso le classiche azioni d’attacco cui c’eravamo abituati negli scorsi anni: alla Triangle appunto, ma anche all’imbocco della prima, tosta, doppia curva in fondo al rettifilo dei box. Per fortuna ci ha pensato l’idolo di casa…

.
. Leggi tutto…

Ragazzo triste

settembre 20, 2010 4 commenti

È una di quelle belle storie che ormai è al capolinea.

È La storia di un ragazzo di San Paolo che pur di entrare in circuito a Interlagos si mette a consegnare le pizze al box Benetton. È la storia di quello stesso ragazzo che attraversa l’oceano e viene a cercare fortuna in Italia facendo il percorso inverso del nonno, originario di Cerignola (FG).

.

Leggi tutto…

Intervista a Piercarlo Ghinzani

agosto 4, 2010 49 commenti

Dall’officina del padre alla F1. Già questo basterebbe per inquadrare la determinazione che ha contraddistinto la carriera di Piercarlo Ghinzani.

La trafila delle formule minori, la toccata e fuga nel circus del 1981, la paretensi nel mondiale prototipi e la nuova chiamata che arriva solo nel 1983. Da lì in poi ben 7 stagioni segnate dalle consuete grandi difficoltà tecniche e, parallelamente, dal consueto grande carattere con il quale va a punti a Dallas, sotto quasi 40°C, con l’asfalto che si scioglie, con Mansell che addirittura sviene stremato dalla fatica. Non gli basta quello, non gli basta battere Arnoux alla Ligier, l’Osella non decolla e, con Lei, lotta anche Piercarlo. Esce di scena zoppicante dopo un incidente nell’89 e, da lì in poi, si dedica al lancio di nuovi talenti.

Leggi tutto…

Red Bull: iprocrisia alla stato brado

luglio 31, 2010 Lascia un commento

Gli ordini scuderia sono insiti in questo sport, nessuno fa eccezione. Niente di nuovo, niente di gradevole.

Inutile appellarsi alla mitologia dell’automobilismo inglese, dicasi lo stesso anche per loro. A giocare con il fuoco ti scotti, se ti scotti non giochi più, italiano o inglese che tu sia. È detto comune, qua dentro, il più sano ha la lebbra. Esempi?

.

. Leggi tutto…

Generazione di fenomeni

marzo 12, 2010 2 commenti

La Ferrari travalica ormai nella leggenda, l’Italia intera si riconosce nella Ferrari.

Per merito, sia chiaro. Ma non solo. Da anni non abbiamo altre squadre che partecipino al gioco. Da anni non abbiamo piloti al vertice. In altre parole, da anni non abbiamo alternative al nostro orgoglio nazionale.

E l’origine di tutto questo parte appunto da lì, da Maranello in provincia di Modena.

. Leggi tutto…

Intervista a Guido Schittone

dicembre 10, 2009 47 commenti

I più lo ricordano in coppia con De Adamich in un periodo non certo tra i più fortunati con una Ferrari in crisi tecnica e l’uscita di scena a ripetizione di grandi campioni. In un contesto sfavorevole è stato comunque capace di dare brio a Gran Premi che di brio ne avevano veramente poco. Ha inventato un nuovo modo di fare telecronache portandoci alla scoperta di nuovi aspetti tecnici. Ha contribuito alla creazione di Grand Prix, ha diretto e reindirizzato AutoSprint ed è la voce dei campionati Porsche Carrera Cup e del italiano GT.

Ma non solo, è sceso in pista in prima persona come pilota guidando persino una F1, nel tempo libero scoda con il kart.

Una viscerale passione per i motori in genere di lunga data, la conseguente competenza, uniti ad un’assoluta mancanza di peli sulla lingua ne fanno, guarda a caso, un giornalista allo stato brado. “A volte furioso”, anche in questa intervista come consuetudine, non trattiene e non ammorbidisce nessuna delle sue opinioni…

Leggi tutto…